TP-Link TL-SG2210P JETStream Poe Ethernet Switch Review-Pagina 2 di 2

Inoltre, ci sono alcune funzionalità relative alla sicurezza e alla manutenzione. Questo è uno dei pochi switch Ethernet TP-Link che ho testato finora e sono sempre stupito da quante funzionalità ci sono, quindi puoi regolare praticamente ogni aspetto della tua rete e come i client interagiranno con essa.

L'Omada SDN

Esistono due modi per utilizzare TP-Link TL-SG2210P con il software Omada, sia affidandosi a una soluzione hardware separata, come l'OC200, sia utilizzando il controller basato su cloud su un computer. Non sono sicuro di quanti vorrebbero seguire questa strada (verrà eseguito su un Raspberry Pi se si utilizza il controller della community), quindi mi sarebbe piaciuto vedere una piattaforma Omada basata su cloud pura. Allo stesso tempo, dopo lo scandalo con Ubiquiti, sono sicuro che molte più persone preferiscono una soluzione che non dovrebbe affatto comunicare con la nave madre.

E usando l'OC200, sembra che non ci sia una comunicazione ovvia con i server Cloud, ma dovrò controllarlo più a fondo il mio PiHole non ha rivelato nulla di anomalo. Detto questo, per adottare lo switch Ethernet all'Omada SDN, dobbiamo inserire http://omada.tplinkcloud.com/ in un qualsiasi browser e quindi creare un nuovo account. Ne avevo già uno da quando ho testato l'access point EAP245, quindi ho immediatamente avuto accesso all'interfaccia che è cambiata parecchio dall'ultima volta che l'ho controllata.

Ora vedrai due opzioni per il controller, per utilizzare l'OC200/OC300 o per accedere all'accesso al cloud e associare il tuo ID TP-Link ad esso. Ho l'OC200, quindi ho deciso di usarlo con il TL-SG2210P e, dopo aver aggiunto il controller e averlo lanciato, ho dovuto eseguire l'Omada Setup Wizard. Il processo è semplice e prevede l'impostazione del paese, l'aggiunta di dispositivi al controller che si trovano già nella stessa rete (come lo switch Ethernet), la configurazione del WiFi e la creazione di un account amministratore. Successivamente, ho ottenuto l'accesso alla GUI e ho potuto vedere che lo switch era già stato adottato. Devo dire che sia il design che la funzionalità sono molto diversi rispetto ai primi giorni in cui ho testato la piattaforma Omada.

Adesso sembra essere più vicino alla piattaforma UniFi il che non è proprio un male, anzi considerando che gli utenti che magari volessero passare da Ubiquiti troveranno abbastanza agevole il passaggio a Omada. Non approfondirò troppo le opzioni del controller, ma mi concentrerò sulle impostazioni relative agli interruttori. E per vederli, è necessario fare clic sull'icona Interruttori dalla Dashboard, selezionare TP-Link TL-SG2210P e quindi dovrebbe apparire una piccola finestra sul lato destro. Qui vedrai tutte le porte e come vengono utilizzate, puoi gestire e modificare ciascuna porta individualmente (puoi anche aggiungere un profilo specifico che hai impostato in Reti> Profilo> Impostazioni switch relative a PoE, Isolamento porte e Controllo larghezza di banda ) e puoi anche controllare i client collegati.

La cosa interessante è che i Client non sono quelli collegati direttamente allo switch Ethernet, ma tutti quelli collegati al router, siano essi cablati o wireless, posso anche impostare un limite di download e upload. In Config è possibile contrassegnare i dispositivi, utilizzare le impostazioni IP (può essere impostato su Statico), modificare il firmware o configurare SNMP, Spanning Tree, abilitare il rilevamento del loopback e impostare la VLAN. Prima di poter utilizzare la VLAN, è necessario accedere all'interfaccia VLAN. Ciò significa che è il momento di controllare le impostazioni generali dedicate agli switch Ethernet che possono quindi essere applicate per ogni dispositivo appena aggiunto (è possibile, ovviamente, apportare anche modifiche individuali).

Per farlo, vai alla scheda Impostazioni (nella parte inferiore del menu posizionato sul lato sinistro) e quindi seleziona Reti cablate > LAN. Qui puoi configurare le reti (puoi creare una nuova VLAN), i profili delle porte e le impostazioni dello switch.
In Autenticazione, puoi passare a 802.1X per configurare l'autenticazione basata su porta o MAC per i tuoi client connessi. Ho anche visto una pianificazione PoE in Servizi che può essere utile per disconnettere determinati dispositivi per determinati periodi di tempo. La maggior parte delle altre impostazioni richiede un gateway TP-Link o un punto di accesso wireless.

L'applicazione

Puoi utilizzare l'applicazione Omada sia su un telefono Android che iOS e, dopo aver installato l'app, potrai scegliere se vuoi utilizzare il Cloud Access (ti servirà il TP-Link ID) o se vuoi vai con l'accesso locale. Poiché avevo il controller hardware nella stessa rete del mio telefono, è stato immediatamente rilevato dall'app e ho potuto vedere l'interfaccia utente.

È molto simile all'utilità basata sul Web, ma ci sono meno opzioni, quindi userei l'app solo se non avessi accesso a un computer. Quindi, in un certo senso, l'app ha senso soprattutto se non stai utilizzando un controller locale e se sei connesso ai servizi Omada Cloud, altrimenti sei limitato alla connessione di rete locale.

Conclusione

Il TP-Link TL-SG2210P ha attraversato diverse versioni nel corso degli anni e l'ultima gli ha dato la possibilità di funzionare con il controller Omada. Ed è arrivato proprio al momento giusto per convincere alcuni degli utenti disillusi da Ubiquiti a cambiare la propria attrezzatura con qualcosa di apparentemente meno invadente. Lo switch stesso funziona davvero bene ed è possibile collegare dispositivi PoE, nonché interconnettere due reti su distanze maggiori utilizzando cavi in ​​fibra. Hai anche molte opzioni come dispositivo autonomo (comprese le funzionalità L3) e funziona perfettamente con Omada SDN, quindi è un'opzione interessante da tenere in considerazione se vuoi costruire una rete più ampia attorno all'infrastruttura Omada. Mi sarebbe piaciuto vedere le porte multi-Gigabit, soprattutto perché TP-Link ha anche l'access point WiFi 6 EAP660 disponibile, ma ciò ne avrebbe aumentato notevolmente il prezzo (e molto probabilmente avrebbe rimosso il supporto PoE+ e SFP).

Pagine: 1 2

TP-Link TL-SG2210P

8.1

DISEGNO

8.0/10 >

FACILITÀ D'USO

8.5/10 >

CARATTERISTICHE

8.0/10 >

CONVENIENZA

8.0/10 >

PRESTAZIONE

8.0/10 >

Professionisti

  • Supporta PoE
  • Ha due porte SFP
  • Dispone di un completo software di gestione locale
  • Funziona con Omada SDN

contro

  • Non ha porte multi-Gigabit
  • Il budget totale della PoE non è così grande
Ir arriba