Revisione del termostato Smart EcoBee4

Il Nest Learning Thermostat è stato il preferito da molto tempo da quando è riuscito a offrire ciò che l'utente si aspettava da un termostato intelligente (il miglior equilibrio tra una serie di funzioni utili e un dispositivo progettato in modo intelligente, qualcosa che mancava al più complicato termostato tradizionale), ma dopo qualche tempo, le carenze del Nest Learning Thermostat stanno iniziando a mostrare e poiché la serie di termostati Ecobee non è mai stata troppo indietro, con la quarta generazione, potrebbe finalmente essere riuscita a prendere il comando. Una cosa che ho notato sia con Nest Learning Thermostat Gen 3 che con Ecobee4 è che i produttori sembrano giocare sul sicuro e non ci sono molti progressi fatti da una generazione all'altra.

Termostato intelligente Ecobee4
Amazon.com Controlla Offerta

Quindi, l'Ecobee4 è quasi identico all'Ecobee3, l'unica aggiunta significativa è la completa integrazione dell'assistente intelligente Amazon Alexa (e, naturalmente, sfrutta i comandi di controllo vocale). Detto questo, l'Ecobee4 rimane un dispositivo sorprendentemente ben progettato e ben pensato e, oltre al set completo di funzionalità intelligenti, insieme alla compatibilità con un'ampia varietà di hub intelligenti, l'Ecobee4 è dotato di un sensore remoto (e puoi anche acquistare quelli aggiuntivi), quindi può leggere la temperatura da più stanze e questo può dargli un vantaggio significativo rispetto alla concorrenza (soprattutto il Nest che è limitato dalla sua posizione).

AGGIORNAMENTO 03.10.2019: Ecobee4 è stato aggiornato alla versione firmware 4.2.0.395 (viene fornito con il supporto per la riproduzione di Pandora e Sirius XM).

Disegno
L'Ecobee4 condivide le stesse linee di design del precedente Ecobee3, il che significa che il termostato intelligente mantiene l'aspetto discreto e l'approccio minimalista. Il case dell'Ecobee4 è realizzato in plastica, quindi non ha davvero lo stile e la sensazione premium del Nest Learning, ma ha comunque sfruttato alcuni materiali di alta qualità e non sembrerà male montato sul muro.

È cresciuto un po' anche il termostato, che ora misura 4,29 x 4,29 x 1,0 pollici, ma, mentre mi piace il frontale nero lucido (che ha la pessima abitudine di trattenere le impronte), il display stesso è ancora delle dimensioni di uno smartphone (posizionato nella al centro), quindi ci sono enormi cornici che hanno un impatto negativo sull'aspetto generale del dispositivo (qui, il Nest Learning Thermostat Gen 3 ha il sopravvento, poiché sfrutta quasi l'intera proprietà dello schermo con il suo display).

Il display touchscreen a colori da 3,5 pollici è decisamente meno intuitivo del quadrante girevole del Nest Learning (e molto meno soddisfacente), ma fa il suo lavoro valorosamente, consentendo all'utente di selezionare un'icona specifica o un elenco tramite un leggero tocco, oltre a dare la possibilità di trascinare il dito sullo schermo per controllare uno slider o per scorrere un elenco di elementi (per rendere la navigazione tra le varie schermate il più semplice possibile, l'Ecobee4 ha implementato un sistema di tre icone, simile a come funzionava il telefono: toccare Annulla per tornare alla schermata precedente e ignorare eventuali modifiche, toccare Fine per salvare le modifiche e passare alla schermata successiva e Home, che annulla e azione o modifica e riporta l'utente alla schermata iniziale) .

La qualità del display è discreta e il display da 320 x 480 pixel dovrebbe essere sufficiente per la configurazione occasionale (è anche ragionevolmente nitido), ma, in verità, il display non ha bisogno di essere di qualità molto elevata poiché il miglior termostato intelligente è quello che non necessita di continue correzioni e aggiustamenti.

Intorno alla zona frontale, c'è una fascia nera lucida che viene interrotta nella parte superiore da una sottile luce LED che si accende di colore blu quando Alexa è abilitato e quando ascolta i tuoi comandi vocali, ma diventa rossa se il microfono è spenta (questa è un'ottima funzionalità per farti sapere che un servizio è attivo, soprattutto per motivi di privacy e, se il led non basta, soprattutto se il termostato è posizionato in un punto non in vista, puoi anche abilitare il Wake on Sound funzione per ottenere anche indicazioni sonore quando Alexa è attivato).

Poiché l'Ecobee4 ha integrato Alexa, ha dovuto aggiungere anche un altoparlante e un microfono (che si trovano sul lato posteriore del dispositivo), in modo che l'utente possa sfruttare alcune nuove funzionalità, ma questo dipende fortemente da dove si posizionare il termostato intelligente all'interno della casa, poiché interferirà con altri hub Alexa all'interno della casa (non ha la funzione Echo Spatial Perception ESP) o potrebbe essere un po' imbarazzante urlare contro il dispositivo da oltre 20 piedi di distanza se lo metti nel corridoio (dal momento che la versione firmware 4.2.0.171, Ecobee4 viene fornito con Echo Spatial Perception, quindi, anche se ci sono più dispositivi Alexa installati all'interno a casa tua, risponderà solo il più vicino a te). Inoltre, non vuoi usarlo per ascoltare musica poiché l'altoparlante non è proprio tra i migliori (nemmeno tra quelli decenti).

Sul lato posteriore del dispositivo, oltre al microfono e all'altoparlante, sono presenti dei fori di sfiato che dovrebbero favorire una corretta gestione del calore. Mentre il Nest Learning Thermostat potrebbe essere alimentato direttamente da una fonte di alimentazione CA e, in caso di interruzione di corrente, utilizzerebbe la batteria integrata (che si ricaricherà automaticamente), Ecobee4 è solo cablato e non dispone di alcun batteria (che è un peccato perché molte volte ho apprezzato questa funzione sul Nest Learning Thermostat).

Nota: All'interno della confezione c'è un termostato Ecobee4, una piastra di montaggio, un sensore ambiente (con supporto rimovibile), etichette dei cavi, alcune viti e tasselli per cartongesso, una scheda vocale, la guida all'installazione, nonché una piastra di rivestimento e un alimentatore Kit di estensione (PEK).

Installazione e funzionalità
Il processo di installazione non è poi così difficile, ma richiede un po' di esperienza e, se sei abbastanza coraggioso, dovresti finirlo in meno di 30 minuti (sebbene, se non sai cosa stai facendo, è meglio chiamare un professionista ). La prima cosa che devi fare è spegnere l'aria condizionata, i sistemi di riscaldamento e ventilazione (oltre che l'alimentazione) e quindi rimuovere il vecchio termostato per esporre i cavi (se il tuo vecchio termostato utilizzava l'alta tensione o ha le seguenti etichette: L1L2 o 110 VAC / 120 VAC / 240 VAC, quindi Ecobee4 non è compatibile con la tua configurazione).

Ora, a seconda che il tuo vecchio terminale abbia un cavo C collegato al termostato, lo utilizzerai per alimentare il dispositivo e non avrai bisogno del Power Extender Kit (PEK). Per fare ciò, scollega i cavi, etichetta ciascuno di essi e rimuovi la vecchia piastra di montaggio (se prima avevi installato un termostato più vecchio). Successivamente, utilizzare la piastra di rivestimento (utile per coprire eventuali segni di foro) o se si desidera installare direttamente la piastra posteriore, far passare i cavi attraverso il foro centrale e fissare la piastra alla parete. Successivamente, inserire i fili negli appositi terminali (R o Rc va in Rc e Rh va in Rh), tirare delicatamente i fili e, infine, premere l'unità Ecobee4 nella piastra posteriore finché non scatta in posizione.

Se il tuo vecchio terminale non ha un cavo C, dovrai usare il PEK (che è incluso nella confezione) questo richiede alcuni passaggi in più e puoi trovare la guida all'installazione completa qui: https://support. ecobee.com/hc/en-us/articles/115006936767-ecobee4-Installation-Manual.

Saprai che l'installazione dell'hardware è andata a buon fine quando il display si accende e ti saluta con un cordiale saluto!. Il passo successivo è eseguire la configurazione del software, che ti porrà alcune domande sul modo in cui hai collegato i fili (conferme che tutto è stato rilevato in modo corretto), oltre che se hai installato un Umidificatore, Deumidificatore o Ventilatore , quale impianto di riscaldamento hai installato nella tua casa e se vuoi che il tuo ventilatore sia controllato dal termostato Ecobee4 o dal forno.

Puoi anche nominare il termostato intelligente, collegarti alla tua rete WiFi (qui puoi utilizzare anche un dispositivo iOS), scegliere la modalità del sistema HVAC (Heat, Cool), selezionare la temperatura ideale desiderata durante l'inverno e durante l'estate, abilita la funzione Smart Home/Away (che, analogamente a Nest Home/Away Assist, rileva quando non sei in casa e sovrascrive temporaneamente la tua configurazione, quindi non riscalda o raffredda una casa vuota, massimizzando quindi il risparmio) e seleziona la tua posizione / Fuso orario.

La schermata Home visualizzerà le seguenti informazioni: in primo luogo, c'è la Modalità Sistema (Caldo/Freddo/Auto/Off), il livello di Umidità, la Temperatura Interna (a destra, c'è uno slider che permette una regolazione manuale della temperatura) e verso il basso, c'è la scheda Menu (qui puoi configurare i parametri generali del Sistema, i Sensori, creare Orari, regolare le Impostazioni Comfort, creare Promemoria e Avvisi o impostare le opzioni Vacanza), la scheda Meteo (tocca per vedere il meteo locale, nonché le previsioni per l'intera settimana), le modifiche rapide (questa opzione consente di passare rapidamente dalla modalità A casa a Fuori e viceversa) e l'icona Controllo vocale (tocca questa opzione per disattivare o alzare il volume o per abilitare o disabilitare il microfono).

Nota: Oltre al display touchscreen, l'Ecobee4 può anche essere monitorato e configurato utilizzando l'app Ecobee (compatibile con iOS e Android OS) l'interfaccia dell'app è semplice e intuitiva, molto simile al software del termostato intelligente stesso.

L'Ecobee4 è dotato di quattro sensori: un sensore di temperatura per rilevare la temperatura in prossimità del dispositivo, un sensore di umidità per rilevare l'umidità nella stanza, nonché un sensore di presenza e un sensore di prossimità per rilevare se qualcuno si trova nel la zona. Inoltre, Ecobee4 ha fatto un passo avanti e, analogamente al termostato Ecobee di ultima generazione, ha anche aggiunto un sensore di prossimità e temperatura remoto che può essere posizionato in una determinata stanza, consentendo al termostato di effettuare una lettura più accurata di quale sia la temperatura ideale dovrebbe essere all'interno della casa, quindi, riducendo il rischio sia di surriscaldare gli ambienti (cosa che tende ad accadere con altri termostati soprattutto durante la notte) sia di mantenerli troppo freschi per letture ancora migliori, è possibile acquistare sensori aggiuntivi.

Aggiungere il sensore remoto è molto semplice e tutto ciò che devi fare è stare vicino al termostato intelligente quando rimuovi la linguetta dal retro del sensore in questo modo, apparirà automaticamente sullo schermo dell'Ecobee4, permettendoti di selezionare un nome per questo. Il sensore remoto può essere montato a parete oppure puoi semplicemente lasciarlo su una superficie piana utilizzando il supporto in dotazione.
All'interno della custodia, l'Ecobee4 è dotato di un MicroProcessore Embedded NXP MCIMX283DVM4B (ARM9 Core Type con clock a 454MHz), un Microcontrollore NXP MKL15Z128VLK4, un'antenna trasmittente a 902 MHz e un'antenna trasmittente Atheros a 2.4GHz (il termostato utilizza il WiFi IEEE 802.11 standard b/g/n).

Il termostato intelligente è costruito per avere una compatibilità molto ampia con moltissimi hub per la casa intelligente e altri dispositivi per la casa intelligente: prima di tutto, l'Ecobee4 supporta la maggior parte delle funzioni di Amazon Echo (tramite Alexa), inoltre è compatibile con Apple HomeKit , che (tramite Siri), consente agli utenti di monitorare e controllare da remoto il proprio comfort domestico; il termostato funzionerà anche con molti altri hub domestici per integrarsi con altri dispositivi IoT per creare un ambiente domestico intelligente, dove tutto interagisce tra loro (Samsung SmartThings, Wink, Haiku Fans, IFTTT, LogiTech Harmony, Vera, Control 4 e altro). Per sfruttare tutte le funzionalità smart dell'Ecobee4 è necessario disporre sempre di una connessione Internet, ma, nel caso in cui il dispositivo vada offline, è comunque possibile controllare manualmente l'impianto HVAC e i sensori rilevano comunque la temperatura e si regolano il termostato di conseguenza.

Nota: se il tuo Ecobee4 è ancora bloccato su un firmware precedente, dovresti inviare un'e-mail al supporto e loro invieranno immediatamente l'aggiornamento al tuo dispositivo.

Conclusione:
L'Ecobee4 è senza dubbio uno dei migliori termostati intelligenti sul mercato e un serio concorrente del Nest Learning Thermostat Gen3, ma il fatto che non ci siano molte differenze tra l'Ecobee4 e l'Ecobee3 (tranne che per l'integrazione con Alexa) mostra come i produttori evitano di apportare modifiche significative a una formula già di successo. Apprezzo sicuramente le funzioni extra e l'integrazione con Alexa (oltre all'ampia compatibilità con altri hub per la casa intelligente), ma, proprio come con il Nest Learning Thermostat quasi invariato su più generazioni, alcune persone potrebbero chiederlo di più con ogni nuovo dispositivo. Ma, per ora, Ecobee4 soddisferà le esigenze della grande maggioranza delle persone e offre quasi tutto ciò che l'utente medio può aspettarsi da un termostato intelligente (anche più del Nest in alcune aree).

Termostato intelligente Ecobee4

8.7

DISEGNO

8.7/10 >

FACILITÀ D'USO

9.0/10 >

CARATTERISTICHE

9.6/10 >

CONVENIENZA

7.0/10 >

CONFIGURABILITÀ

9.0/10 >

Professionisti

  • Design funzionale
  • Sensore remoto per letture di temperatura migliori
  • Interfaccia intuitiva
  • Supporta molti Smart Hub
  • Integrazione con Alexa

contro

  • Il display è troppo stretto
  • È un po' caro
Ir arriba