Review Reolink Argus 3 Pro Outdoor Camera

La Reolink Argus 3 Pro è una versione migliorata della terza generazione di fotocamere Reolink adatte all'esterno alimentate a batteria e, mentre l'Argus 3 era già molto impressionante dal punto di vista del rapporto costo-prestazioni, l'Argus 3 Pro arriva con alcune nuove tecnologie, alcune delle quali ho già visto con alcune telecamere di sorveglianza PoE (come la RLC-520A).

Reolink Argus 3 Pro
Reolink.com Controlla il prodotto

La cosa interessante è che al momento in cui scriviamo sia l'Argus 3 che il 3 Pro hanno lo stesso prezzo (sul loro sito ufficiale), quindi Reolink sta effettivamente cercando di sostituire il modello non Pro? Sebbene entrambi i dispositivi possano coesistere bene in questo mercato, ho notato che la seconda generazione non aveva una versione Pro e l'Argus 3 Pro potrebbe esistere solo per mostrare i progressi tecnologici che Reolink ha realizzato in un periodo di tempo molto breve.

Allo stesso tempo, Reolink Argus 3 Pro sta interrompendo seriamente il business di Netgears, poiché offre non solo quasi tutte le funzionalità di Arlo Pro 4 come la risoluzione 2K, un potente riflettore (6500K) o il rilevamento del movimento, ma anche aggiunge lo zoom digitale 16x, il rilevamento di persone/veicoli, il supporto Wi-Fi a 5 GHz e un'enorme batteria per garantire la sicurezza della tua casa più a lungo. E sì, c'è anche il supporto per i mini pannelli solari, ma devi acquistarlo separatamente. Detto questo, sembra che Reolink Argus 3 Pro sarà molto probabilmente la migliore fotocamera per esterni alimentata a batteria nella sua fascia di prezzo e oltre, quindi diamo un'occhiata più da vicino.

Sommario

Progettazione e qualità costruttiva

Dal punto di vista del design, Reolink Argus 3 e Argus 3 Pro sono quasi identici e, a parte l'anello in ceramica grigia che circonda l'obiettivo anteriore (anziché nero, come sull'Argus 3), non saresti in grado di dirglielo a parte. Quindi, aspettati la stessa custodia in plastica compatta a forma di baccello coperta da una finitura bianca lucida, ad eccezione della parte anteriore che è nera lucida e sì, ha le stesse dimensioni 4,8 x 3,5 x 2,2 pollici (12,1 x 9,0 x 5,6 cm). C'è un'interessante aggiunta nella confezione, un supporto in plastica (con due cuscinetti morbidi per non graffiare la fotocamera) che permette di tenere l'Argus 3 Pro al chiuso su uno scaffale o una scrivania. Ma la telecamera di sorveglianza è stata progettata per l'uso esterno ed è qui che potrai sfruttare tutte le sue caratteristiche, come lo zoom, il faretto, il sensore IR a lunga distanza e il dispositivo è stato anche costruito per resistere alle intemperie.

A sinistra: Argus 3. A destra: Argus 3 Pro.

In effetti, Reolink Argus 3 Pro è classificato IP65, il che significa che è protetto dalla polvere e sopravviverà anche a potenti getti d'acqua da una tempesta. La fotocamera rimarrà operativa quando la temperatura oscilla tra 14 e 131F e, come con qualsiasi altro dispositivo elettronico, non collocarla in un luogo in cui potrebbe essere vulnerabile ai fulmini.
Come ho già accennato, l'Argus 3 Pro ha un faretto potente e lo potete vedere incastonato nella parte anteriore del dispositivo ci sono due LED ai lati per il faretto e quello al centro è il LED di stato. Sotto c'è l'obiettivo con il sensore di luce diurna visibile sotto il vetro, mentre più in basso c'è il sensore di rilevamento del movimento e il microfono integrato (intorno all'obiettivo ci sono sei LED IR). Ovviamente, proprio come l'Argus 3, c'è anche un altoparlante sul lato posteriore del Pro, così puoi avere una conversazione bidirezionale con chiunque si trovi nelle vicinanze della fotocamera.

Per mantenere la protezione dagli agenti atmosferici, Reolink si è affidata a un paio di cover in silicone, una vicino all'altoparlante per proteggere la porta microUSB (mi sarebbe piaciuto vedere un connettore di tipo C) e una in basso per proteggere il pulsante Reset incassato, l'interruttore di alimentazione e lo slot per schede microSD. E sì, Reolink ha aumentato la capacità supportata da 64 GB a 128 GB che dovrebbe aiutare a memorizzare più video senza dover cambiare la scheda SD (per proteggere l'integrità del dispositivo, assicurati di chiudere sempre correttamente le cover).
So che l'Argus 2 aveva una batteria rimovibile che potevi ricaricare separatamente, ma né l'Argus 3, né l'Argus 3 Pro andavano con questo sistema e invece dovrai rimuovere completamente il dispositivo dalla parete per ricaricare i 6.500 mAh batteria (c'è un cavo all'interno della confezione).

Reolink lo ha reso relativamente semplice creando un sistema molto simile all'approccio Netgear Arlos poiché ottieni una staffa magnetica per staccare facilmente la fotocamera. Il magnete è molto potente, quindi non è così facile sollevare l'Argus 3 Pro dal suo gancio, ma se siete preoccupati che le persone possano rubarlo, c'è un'alternativa: ovviamente, sto parlando del pannello solare. Non viene fornito nella confezione, ma non è molto costoso e garantisce che la batteria sia sempre carica in questo modo, puoi anche utilizzare la staffa di sicurezza non magnetica secondaria per montare la fotocamera. Anche se non ho aperto la custodia del Reolink Argus 3, ho deciso di farlo con Argus 3 Pro e il processo è stato sorprendentemente semplice (è anche molto facile perdere la garanzia in questo modo, quindi procedi con attenzione). Ho rimosso le due viti dall'area dello slot della microSD e quindi ho potuto far scorrere la sezione interna verso l'esterno.

Ho scollegato l'antenna WiFi, il connettore della batteria e il connettore dell'altoparlante per vedere meglio i PCB e ho potuto identificare immediatamente il modulo MCU wireless dual-band CC3235MODSM2M0B di Texas Instruments. Volevo andare oltre ma, sfortunatamente, i cavi tra le schede secondarie erano incollati, quindi senza fortuna presumo che la fotocamera utilizzi lo stesso SoC Novatek dell'RLC-811A, dell'RLC-510A e dell'RLC-520A considerando che tutti offrono un pacchetto di funzionalità quasi identico.

Configurazione e funzionalità

Dopo aver scelto il punto giusto per montare la fotocamera e aver utilizzato la staffa preferita, dovrai scaricare e installare l'app Reolink sul tuo dispositivo Android o iOS. L'avevo già installato e ho molte fotocamere Reolink accoppiate, ma, se è la prima volta che la usi, l'app richiederà solo di dare accesso ai servizi dal tuo telefono. Successivamente, verrai accolto da un'interfaccia vuota con un segno più per aggiungere la tua prima telecamera di sorveglianza. Toccalo per aprire la fotocamera e scansionare il codice QR dal lato posteriore dell'Argus 3 Pro. Dopodiché, dovrai configurare la connessione WiFi e la buona notizia è che funzionerà con la rete a 2,4 GHz o 5 GHz (sebbene ancora fino allo standard 802.11n). Successivamente, è necessario avviare la fotocamera: rimuovere il coperchio inferiore e ruotare semplicemente l'interruttore in posizione On.

In questo modo abiliterai il LED di stato e la fotocamera genererà un suono simile a un sonar fino al termine dell'associazione, il che è di gran lunga migliore del messaggio vocale continuo che aveva l'Argus 3. E sono sicuro che la maggior parte dei produttori di fotocamere non pensava che un suono leggero potesse essere più che sufficiente per far sapere all'utente che il dispositivo è pronto per essere accoppiato (quindi, complimenti a Reolink).

Successivamente, dovrai utilizzare la fotocamera per scansionare un codice QR dal tuo telefono e quindi gli ultimi due passaggi sono creare una password di accesso e assegnare un nome al tuo dispositivo.
L'interfaccia utente delle applicazioni è quasi identica a tutte le altre fotocamere Reolink e soprattutto ai modelli più recenti (quelli della serie A), quindi ci sono alcune differenze rispetto all'Argus 3.

Pagine: 1 2

Reolink Argus 3 Pro

8.6

DISEGNO

8.8/10 >

FACILITÀ D'USO

8.0/10 >

CARATTERISTICHE

9.4/10 >

CONVENIENZA

8.0/10 >

QUALITÀ DELL'IMMAGINE

8.8/10 >

Professionisti

  • Risoluzione 2K
  • Sensore di movimento intelligente in grado di distinguere le auto in movimento dagli esseri umani
  • Faretto + Visione notturna a colori
  • Batteria più grande del suo predecessore
  • Supporto per schede microSD da 128 GB

contro

  • Come piccola lamentela, la fotocamera è ancora bloccata con una porta microUSB
Ir arriba