Recensione TP-Link Archer C5 V2

Il rilascio del nuovo TP-Link Archer C5 V2 dimostra che i produttori non hanno completamente abbandonato il settore del networking entry-level e che c'è ancora molta attenzione verso i router AC1200, considerando il fatto che alcune persone potrebbero non essere facilmente persuase ad andare per i numeri più alti sulla scatola (la maggior parte delle persone non avrà bisogno di nient'altro che un dispositivo di classe AC1900).

TP-Link Archer C5 V2
Amazon.com Controlla Offerta

Il TP-Link Archer C5 originale non solo sembrava quasi identico all'Archer C7, ma in realtà era un C7 con la velocità di collegamento massima di 5 GHz limitata a soli 867 Mbps. Dal momento che aveva un hardware superiore rispetto ad altri dispositivi della concorrenza, il C5 era il router AC1200 con le migliori prestazioni sul mercato quando è stato rilasciato.

L'Archer C5 V2 sostituisce completamente la prima versione (è stata interrotta da TP-Link) e mira a dare ai suoi utenti un assaggio della migliore tecnologia AC (oltre il vecchio standard 802.11n), mantenendo un prezzo interessante, quindi vediamo come si esibisce.

Disegno
In termini di design, TP-Link non ha cambiato radicalmente l'aspetto dell'Archer C5 v2, mantenendo le stesse caratteristiche della prima versione e dell'Archer C7 e l'unica differenza notevole sarebbero le due antenne che spuntano dal retro (al posto del tre sul C7). Detto questo, il C5 ha lo stesso case in plastica, con la parte superiore tagliata in tre pezzi, separata da piccoli canali e ricoperta da una finitura nera lucida (che trattiene le impronte). La custodia è elegante, soprattutto per la parte superiore lucida e, grazie al suo aspetto non invadente, starà bene in soggiorno, senza attirare troppo l'attenzione. Inoltre, Archer C5 può essere montato a parete (grazie ai due fori sul lato inferiore del dispositivo) e, di default, può essere posizionato in piano su una superficie senza occupare troppo spazio (confrontandolo con altri router, l'Archer C5 non è troppo grande, misura 9.66.41.3 pollici, lo stesso del C7).

Poiché non ha alcun raffreddamento attivo (e suppongo che non dovrebbe, poiché non è un dispositivo di tipo aziendale), devi pensare attentamente a dove posizionare il router, in modo che le sue prese d'aria non siano ostruite e possa rimanere fresco (poiché questo è un router a 2,4/5 GHz, si scalderà un po'). La parte inferiore è l'unico posto coperto da molti fori di sfiato per un corretto flusso d'aria, insieme ai due fori per il montaggio del router a parete e, non dimentichiamoci dell'etichetta al centro, che contiene informazioni importanti (incluso il indirizzo web, il nome utente e la password predefiniti, il numero di serie, l'indirizzo MAC e la password wireless). Il router pesa circa 2 libbre, quindi è abbastanza leggero, ma i quattro piedini forniscono un po' di stabilità, specialmente quando tutte le porte sono collegate.

Sulla parte anteriore del router, direttamente al centro, c'è una serie di luci LED, responsabili di Alimentazione, Sistema (se lampeggia, il router funziona correttamente), Wireless 2,4 GHz, Wireless 5 GHz (lampeggiante significa che il router è lavorando sulla banda radio 5GHz), le quattro porte Ethernet (se è On, c'è un dispositivo inattivo collegato alla porta corrispondente, altrimenti, se il LED lampeggia, allora il dispositivo collegato è attivo), la porta WAN, WPS (se il LED lampeggia lentamente, allora un nuovo dispositivo sta tentando di connettersi alla rete utilizzando la funzione WPS, il processo richiederà circa 2 minuti) e la porta USB.

Sul retro dell'Archer C5 è possibile trovare le porte e i pulsanti: prima c'è una presa di alimentazione, poi c'è l'interruttore On/Off, due porte USB 2.0 (è un peccato che TP-Link abbia perso l'occasione di aggiungere una porta USB 3.0 nel nuovo C5), una porta Internet RJ45 10/100/1000M con negoziazione automatica, quattro porte RJ45 Ethernet 10/100/1000M con negoziazione automatica con Auto MDI/MDIX e un pulsante WPS/Reset (se si preme premere il tasto per più di 5 secondi, abilita la funzione Reset tenerlo premuto per 8 secondi per riportare il router alle impostazioni di fabbrica; premere il tasto per meno di 5 secondi per abilitare la funzione WPS). Sul lato sinistro e destro sono presenti due connettori dorati per le due antenne dual-band (RP-SMA).
Nota: la confezione contiene l'unità router TP-Link Archer C5, un adattatore di alimentazione CC, un cavo Ethernet, una guida di installazione rapida e un CD di risorse.

Hardware
Sebbene l'esterno non abbia subito grandi cambiamenti, all'interno, l'Archer C5 V2 è completamente diverso dalla prima versione. Mentre il C5 V1 aveva una CPU 33 QCA9558 dual-band, la nuova versione è ora un vero router 22, dotato di un Broadcom BCM47081AQKFEBG a 800 MHz, ha gli stessi 128 MB di SDRAM DDR3 (Hynix H5TQ1G83EFR-PBC) e ha raddoppiato il capacità di memoria flash fino a 16 MB Winbond 25Q128FVFG.

Inoltre, le prestazioni wireless a 2,4 GHz sono fornite da un SoC Broadcom BCM43217KMLG 22 con amplificatori di potenza SiGE / Skyworks SE2576L (x2) e le prestazioni wireless a banda radio a 5 GHz sono fornite da un SoC Broadcom BCM4352KMLG 5 GHz 22 con un amplificatore di potenza Skyworks SE5003L1 ( x2).
Il TP-Link Archer C5 V2 offre una velocità teorica massima di 867 Mbps utilizzando la banda radio a 5 GHz e un massimo di 300 Mbps utilizzando la banda radio a 2,4 GHz (un totale di 1167 Mbps, arrotondato a 1200 Mbps).

Prestazioni e connettività
Il 22 TP-Link Archer C5 v2 è costruito sulla piattaforma Broadcom, essendo in grado di gestire connessioni simultanee a 2,4 e 5 GHz. Oltre alle capacità dual-band simultanee, il C5 non ha molto da mostrare per migliorare le prestazioni wireless. Manca la tecnologia Beamforming, che è una manna dal cielo per massimizzare il segnale e migliorare il comportamento WiFi (invece di trasmettere il segnale wireless ovunque, sperando che raggiunga i tuoi dispositivi connessi, la funzione Beamforming concentra il segnale verso i tuoi clienti).

Inoltre, non dovresti nemmeno aspettarti la tecnologia MU-MIMO, che, sebbene fosse riservata ai modelli di fascia alta, è stata recentemente implementata in alcuni nuovi router AC1300 come ASUS RT-ACRH13 e ZYXEL NBG6617. È vero che potresti non aver bisogno di questa nuova tecnologia, dal momento che non ci sono molti dispositivi con adattatori wireless compatibili e perché questi router economici gestiranno al meglio tre dispositivi contemporaneamente (il MU-MIMO consente la possibilità di ricevere e trasmettere dati simultanei ). Ma vedere le nuove funzionalità implementate nei nuovi router mostra che c'è ancora interesse per i dispositivi economici e il desiderio di renderli a prova di futuro.

Per testare le prestazioni wireless del TP-Link Archer C5 v2, ho collegato il router a un laptop con un adattatore wireless 22 e ho misurato le prestazioni di velocità in diversi punti della casa. Quindi, utilizzando la banda radio a 2,4 GHz, a distanza ravvicinata (non più di 5 piedi), ho misurato una media di 110 Mbps. Dopo aver aumentato la distanza a 15 piedi, il router è riuscito a fornire un massimo di 106 Mbps e, a 10 metri, ho misurato fino a 65 Mbps. Successivamente, sono passato alla banda 5GHz e, a 5 piedi, il router ha fornito un massimo di 367 Mbps. Dopo aver aumentato la distanza a 15 piedi, la velocità è leggermente diminuita a 354 Mbps e, dopo aver ulteriormente aumentato la distanza a 35 piedi, la velocità ha subito un calo più ripido, raggiungendo una media di 162 Mbps.

Infine, per testare le prestazioni di archiviazione dell'Archer C5 v2, ho preso una cartella da 1,5 GB contenente file multimediali (musica, video, foto) e ho misurato la velocità di scrittura e lettura. Il C5 ha ottenuto una velocità di scrittura di 12,6 MBps e una velocità di lettura di 15,2 MBps (abbastanza sicuro, le prestazioni di archiviazione non sono affatto impressionanti, ma tieni presente che il C5 non ha una USB 3.0, il che migliorerebbe notevolmente le prestazioni) .

Impostare
Per configurare il router, è necessario collegare un cavo Ethernet alla porta Internet del C5 e alla porta LAN del modem. Successivamente, utilizzare un altro cavo Ethernet e collegare il computer a una delle quattro porte LAN del router. Ora puoi accedere all'interfaccia web di TP-Links (compatibile con Windows OS, Macintosh e UNIX) aprendo un browser web e andando su 192.168.0.1 (o https://tplinkwifi.net). Se è la prima volta che accedi all'interfaccia, verrà avviata automaticamente la procedura guidata di configurazione rapida. La configurazione guidata ti guiderà attraverso la scelta della regione e del fuso orario, oltre a selezionare il tipo di connessione WAN (può essere IP dinamico, IP statico, PPPoE, L2TP o PPTP, puoi anche selezionare il rilevamento automatico) e selezionare gli SSID e il chiavi di accesso per le bande radio 2.4 e 5GHz. Successivamente, accedi alla pagina principale, dove puoi configurare ulteriormente il tuo router.

L'interfaccia ha tre schede principali per Configurazione rapida, Base e Avanzata. La scheda Base ha il suo set specifico di opzioni sul lato sinistro per la Mappa di rete (una rappresentazione grafica della tua rete, che include tutti i tuoi client collegati, cablati o wireless e ti consente di visualizzare lo stato di ogni client), Internet (qui , è possibile modificare il tipo di connessione WAN, rinnovare l'indirizzo IP e scegliere il DNS primario e secondario), Wireless, Impostazioni USB (opzioni Condivisione file e Server di stampa) e Rete ospite (consente di creare SSID separati, con password proprie per ogni banda, in modo che i tuoi ospiti possano accedere alla tua rete, ma senza vedere i tuoi dati personali).

La scheda Avanzate ha le seguenti sottosezioni: Stato (mostra lo stato della tua rete, incluso lo stato della connessione LAN e WAN, le due bande wireless e le statistiche sul traffico), Rete (offre una configurazione più approfondita della connessione WAN , MAC Clone e consente di modificare l'indirizzo IP), Dual Band Selection (qui è possibile abilitare o disabilitare qualsiasi banda radio), Wireless 2.4GHz e Wireless 5GHz (Impostazioni wireless, WPS, Sicurezza wireless, Filtro MAC wireless, Impostazioni avanzate e Statistiche), Rete ospite (simile all'opzione Base, ma con molta più flessibilità e opzioni: include larghezza di banda in uscita e in ingresso e orari di accesso), DHCP (Impostazioni, Elenco clienti e Prenotazione indirizzi), Impostazioni USB (Condivisione dispositivo, Condivisione file e server di stampa), NAT Boost (abilitalo per un migliore throughput), Inoltro (server virtuali, Port Triggering, DMZ e UPnP), Sicurezza (include sicurezza di base, come SPI Firewall, VPN Passthroughs e ALG, nonché più un sicurezza avanzata, con DoS Protection, ICMP, UDP e TCP-SYN Flood Filtering), Parental Control (crea pianificazioni utilizzando l'indirizzo MAC dei PC client e i nomi dei siti Web), Access Control, Advanced Routing (Static Routing List e System Routing Table), Controllo della larghezza di banda, binding IP e MAC, DNS dinamico, supporto IPv6 e strumenti di sistema (impostazioni dell'ora, diagnostica, aggiornamento del firmware, impostazioni predefinite di fabbrica, backup e ripristino, riavvio, password, registro di sistema e statistiche).

Conclusione
Nel complesso, il TP-Link Archer C5 v2 è un router entry-level dual-band capace, indirizzato a un settore a volte dimenticato (l'AC1200), con un'interfaccia completa, un bel design e prestazioni wireless medie, che lo rendono perfetto per gli utenti domestici che non hanno davvero bisogno delle ultime tecnologie e preferiscono un router semplice e stabile che faccia il suo lavoro.

TP-Link Archer C5 V2

7.8

SEGNALE WIFI

8.0/10 >

FACILITÀ D'USO

8.0/10 >

CONFIGURABILITÀ

7.4/10 >

DISEGNO

7.8/10 >

CONVENIENZA

8.0/10 >

Professionisti

  • Fantastico design
  • Interfaccia intuitiva
  • Prestazioni wireless medie

contro

  • Nessuna USB 3.0
  • No BeamForming
Ir arriba