Recensione di trackball wireless verticale di Kensington Pro Fit Ergo

Attualmente, il mouse è praticamente il dispositivo di input predefinito per i computer, ma c'è sempre stata un'alternativa sotto forma di trackball ed è in realtà più vecchio del mouse stesso. Con una storia di oltre 70 anni, la trackball è migrata dall'esercito al mercato consumer e, sebbene sia stata alla fine oscurata dal mouse, è rimasta un prodotto di nicchia con un pubblico abbastanza entusiasta che potrebbe giurare sulla sua superiorità rispetto i topi normali.

Trackball verticale Kensington Pro Fit Ergo
Kensington.com Controlla il prodotto

Al momento, ci sono due principali produttori che costruiscono dispositivi trackball, uno è Logitech che ha rilasciato un modello di tanto in tanto e l'altro è Kensington che è stato molto più coerente, mantenendo in vita quasi da solo questo prodotto di nicchia.

Ebbene, quasi, considerando che Logitech ha reso disponibile l'MX Ergo circa due anni fa e ora Kensington ha lanciato la trackball verticale Pro Fit Ergo che, come suggerisce il nome, non solo ha una trackball incorporata, ha anche deciso di vai con un fattore di forma verticale. Detto questo, so che la trackball Kensington Expert Wireless leggermente più vecchia è stata accolta positivamente dal pubblico in generale, quindi diamo un'occhiata più da vicino alla trackball verticale Pro Fit Ergo e vediamo se può offrire la massima esperienza ergonomica.

Design, Funzionalità e Software
A differenza del mouse, che di solito segue un progetto di progettazione rigido, la trackball verticale può assumere varie forme e dimensioni o stare con angolazioni diverse, quindi c'è un'alta probabilità che due dispositivi non abbiano lo stesso aspetto (soprattutto perché non ce ne sono molti disponibili) ma una delle cose che hanno tutte in comune è che sono sostanzialmente più grandi del normale topo. Questo vale anche per il Pro Fit Ergo, che misura 5,43 x 3,34 x 3,74 pollici (LxPxA), quindi è più del doppio delle dimensioni di un mouse da gioco ma, a causa del modo in cui funziona, scoprirai che questo in realtà ha senso, consentendo una presa completa anche se hai una mano più grande e il suo peso (0,44 libbre) non dovrebbe nemmeno spaventarti, poiché, a differenza del mouse, la trackball non si muove sulla scrivania, invece, rimane ferma e fa affidamento su la palla per fare tutto il lavoro.

So che questo può sembrare scomodo quando vuoi viaggiare e devi allocare più spazio per la trackball nel bagaglio, ma, sulla taglia plus, puoi cavartela con uno spazio di lavoro significativamente più piccolo, quindi puoi usarlo facilmente molto ovunque (dove ci sono pochi centimetri di superficie piana). Poiché la pallina è stata inserita all'interno del corpo di un mouse verticale (sembra molto simile al mouse verticale Pro Fit Ergo meno la trackball), la cavità è stata posizionata in modo tale da consentire all'utente di utilizzare comodamente il pollice per operare la trackball. Quando è necessario spostare facilmente il cursore su schermi ad alta risoluzione (o quando si utilizzano più monitor), è meglio avere una sfera più grande e, mentre è decisamente più piccola della sfera da 55 mm del mouse Kensington Expert, la sfera rossa da 35 mm sul Pro Fit Ergo dovrebbe essere sufficiente sia per movimenti più fini che più ampi quando si usa una trackball, per evitare l'affaticamento del pollice, è meglio usare l'accelerazione del puntatore che so che non dovevi abilitare quando lavori con un mouse, ma farà un molto più senso con una trackball.

La pallina rossa sarà la prima cosa che catturerà la tua attenzione, ma l'intero dispositivo è apparentemente costruito in modo innaturale, ma, che tu ci creda o no, questa forma assicura che la tua mano si siederà in modo più naturale ( disegno verticale di 60 gradi). Il mouse tradizionale si trova piatto sulla scrivania e, a causa di movimenti ripetitivi insieme al posizionamento innaturale del braccio, è possibile sviluppare la sindrome del tunnel carpale.

Per prevenire e alleviare questa condizione, il consenso generale è che sia meglio usare un mouse verticale, che mantenga la mano nella posizione corretta. Ovviamente, se hai usato un mouse per tutta la vita, Kensington ti mostrerà un mondo completamente nuovo e all'inizio ti sembrerà molto confuso, ma, dopo che saranno trascorsi alcuni giorni o settimane, sta andando diventare una seconda natura per te. Lo stesso vale per i movimenti della trackball, ma qui le cose si fanno un po' più complicate dal momento che dobbiamo parlare anche della precisione (soprattutto se si tratta di mettere in gioco il gioco).

Alcune persone affermano che durante l'utilizzo di una trackball verticale, non devono più preoccuparsi dell'affaticamento del polso e che anche durante il gioco non hanno sentito il bisogno di passare a un mouse da gioco. Dubito che qualcuno possa ottenere un'esperienza migliore con una trackball quando si gioca a giochi di tiro veloce, ma sono sicuro che può diventare più facile modificare foto o filmati (o qualsiasi altro lavoro professionale) usando una trackball. E se eliminiamo l'affaticamento del polso dall'equazione, otteniamo una formula vincente per l'uso correlato al lavoro.

Durante l'utilizzo della trackball verticale Kensington Pro Fit Ergo, ho notato che è possibile sollecitare maggiormente il pollice, quindi, se soffri di artrite o tendinite, questo potrebbe non essere il dispositivo migliore per te, ma, se hai il tunnel carpale al polso, quindi i movimenti del pollice ti permetteranno sicuramente di lavorare di più al PC. Dopo aver rimosso la trackball verticale dalla confezione, ho notato che quando ho azionato la palla con il pollice, inizialmente c'era una sensazione graffiante, ma alla fine è diventata meno evidente dopo che è stata più lubrificata a causa degli oli per le mani. La pallina può essere rimossa anche premendo il grande pulsante tondo dal basso, in modo da poter pulire adeguatamente la cavità per eventuali accumuli di polvere.

Accanto al pulsante di espulsione della trackball, ci sono due pulsanti rotondi più piccoli, uno per l'associazione del dispositivo e l'altro per la regolazione del DPI. Premendo una volta l'interruttore DPI si abiliterà la modalità 400 dpi (e il LED superiore lampeggerà una volta quando si accende la trackball verticale), premendolo due volte si attiverà la modalità 800 dpi (il LED lampeggerà due volte) e premendo il pulsante tre volte abiliterà la modalità 1500 dpi (anche il LED lampeggerà tre volte).

La trackball verticale Kensington Pro Fit Ergo può essere collegata contemporaneamente a tre diversi dispositivi, uno utilizzando il dongle da 2,4 GHz incluso e gli altri due tramite Bluetooth 5.0, risparmiando quindi eventualmente una porta USB tanto necessaria o annullando la necessità di utilizzare un adattatore USB durante la connessione a un MacBook. Il processo è molto intuitivo (anche se le istruzioni sono un po' poco chiare nel manuale), quindi ti guiderò attraverso di esso: sul lato sinistro della trackball ci sono tre pulsanti, i primi due non hanno una funzione predefinita, ma il terzo ( quello accanto alle tre icone) passerà attraverso tre connessioni separate; premilo e tienilo premuto per un secondo e vedrai che il LED di una delle tre icone si accenderà (può essere WiFi, Bluetooth uno o Bluetooth due) e se lo tieni premuto ancora per un secondo, semplicemente passare alla connessione successiva.

Sebbene la connessione del dongle non richieda altro che inserirla in una porta USB, se vuoi accoppiare la trackball verticale a qualsiasi dispositivo Bluetooth, assicurati che si accenda l'apposito LED (B1 o B2) e, da sotto, il Pro Fit Ergo, tieni premuto il pulsante Pairing (quello con l'icona WiFi) fino a quando il LED superiore inizia a lampeggiare (tutti i LED si spengono dopo pochi secondi per preservare la durata della batteria); a questo punto, verifica la presenza della Trackball verticale nella lista dei pairing dal tuo dispositivo mobile e toccala per stabilire una nuova connessione (lo stesso passaggio va fatto per il secondo pairing Bluetooth).

Sempre sul lato inferiore del dispositivo, è presente un interruttore On/Off accanto a un foro rettangolare progettato appositamente per consentire all'utente di riporre il dongle WiFi (in caso contrario è incredibilmente facile perderlo) e un contenitore per le due batterie AA ( Kensington ha aggiunto un paio di batterie all'interno della confezione) per garantire che la trackball verticale non scivoli sul tavolo, il produttore ha anche attaccato quattro cinturini in silicone per mantenerla stabile. Tornando nella parte superiore del Pro Fit Ergo, ci sono due pulsanti con una freccia su e giù, che hanno il ruolo di navigare indietro e avanti tra le pagine e, più a destra, ci sono RMB e LMB, oltre a uno scroll rotellina al centro è possibile scorrere a destra e a sinistra spingendo leggermente la rotellina nella direzione desiderata.

I pulsanti sono molto reattivi e la rotellina è molto reattiva, quindi, se utilizzi un mouse verticale da molto tempo, il Pro Fit Ergo non si sentirà diverso se non sei abituato ai pulsanti inclinati, potrebbe essere necessario un po' finché non lo apprezzerai davvero (e ti mancherà anche molto il clic all'inizio). Non conosco esattamente il tipo di interruttori che Kensington ha utilizzato con il Pro Fit Ergo Vertical Trackball, ma ho aperto la custodia e ho identificato un chip ottico PixArt PAW3805EK-CJV1 N936CQ38C (ottimizzato per mouse wireless basati su LED a infrarossi) e un PAR2801QN -Chip GHVC (L850324C) altamente integrato con il processore ARM Cortex (può funzionare a una frequenza di clock di 32 MHz).

Come ho detto prima, ci sono alcuni pulsanti che possono essere programmati da un software dedicato, quindi ho deciso di provarlo utilizzando una macchina Windows (c'è un software dedicato anche per MacOs). Per scaricare il tool sono andato su software.kensington.com e ho subito notato che la nuova rotellina verticale non faceva parte della lista, ma ho scaricato il software KensingtonWorks adatto al mouse verticale Pro Fit Ergo e, dopo averlo eseguito, sembra aver rilevato che stavo usando la rotellina, quindi tutto era in ordine.

Il KensingtonWorks è progettato in modo pulito con una grande icona al centro (che dovrebbe corrispondere al prodotto) e puoi cambiare la funzione di ogni pulsante: fai clic su qualsiasi pulsante per far apparire un nuovo elenco sulla destra da cui puoi scegliere un nuovo comportamento per la chiave. Dal menu a sinistra, accanto ai Pulsanti, puoi anche regolare il Puntatore (modifica la Velocità, abilita l'Accelerazione Hardware, il Puntatore Lento o il Movimento Singolo Asse) e lo Scorrimento (la Velocità e l'Orientamento include l'abilitazione della Velocità di Inerzia) . Dall'alto è possibile utilizzare la funzione Bind to Cloud per salvare la configurazione corrente su un server esterno o aggiungere nuove Applicazioni che possono essere successivamente associate alle chiavi desiderate.

Conclusione
È evidente che il Pro Fit Ergo non è il primo rodeo di Kensington con trackball poiché il dispositivo è fantastico da impugnare e utilizzare, sembra molto preciso (soprattutto dopo un po' di pratica), ci sono molti pulsanti che possono essere personalizzati utilizzando un software dedicato e io mi è piaciuto molto che tu possa usare sia il Bluetooth che il dongle WiFi per connetterti a tre dispositivi contemporaneamente. Anche il fatto che attualmente sia più accessibile di quello che Logitech ha da offrire (al momento in cui scrivo) è un enorme vantaggio.

Ma perché rinunciare al mouse e subire un cambiamento così radicale nello stile di vita? Ovviamente, le ragioni mediche sono in cima alla lista, inclusa la prevenzione di eventuali complicazioni dopo l'uso prolungato del mouse, ma vale anche la pena provare la trackball verticale Kensington Pro Fit Ergo semplicemente per la sua capacità di offrire un'esperienza unica, che è sorprendentemente diversa rispetto a quello con cui noi, gli utenti del mouse, siamo stati usati per tutta la vita.

Trackball verticale Kensington Pro Fit Ergo

8.6

DISEGNO

8.5/10 >

FACILITÀ D'USO

8.0/10 >

CARATTERISTICHE

8.8/10 >

CONVENIENZA

9.2/10 >

COMFORT

8.7/10 >

Professionisti

  • Buona qualità costruttiva
  • I tasti si sentono reattivi
  • La trackball è facile da usare
  • Supporta tre accoppiamenti simultanei: uno tramite il dongle WiFi e gli altri due tramite Bluetooth
  • Il software è facile da usare

contro

  • Solo per destrimani
  • Richiede una curva di apprendimento prima di essere utilizzato correttamente
Ir arriba