RAVPOWER RP-PC136 PD PIONEER 65W Desktop Charger Review

Il RAVPower RP-PC136 è un caricabatterie da tavolo multiporta che offre una potenza totale di 65 W che viene distribuita in modo intelligente tra un massimo di quattro dispositivi collegati contemporaneamente, assicurando che tutti si ricarichino il più rapidamente possibile.

RAVPower RP-PC136
Amazon.com Controlla Offerta
RAVPower.com Controlla il prodotto

Ho subito notato che ci sono molte somiglianze con l'RP-PC133 e questo è prevedibile, considerando che il produttore si è affidato alla stessa tecnologia GaN per mantenere entrambi i caricabatterie il più compatti possibile e per garantire che la temperatura sia tenuta sotto controllo , indipendentemente dal numero di dispositivi collegati. Naturalmente, l'RP-PC133 è un caricatore da muro a due porte (anch'esso con un'uscita di 65 W), mentre l'RP-PC136 è destinato al sollevamento di carichi più pesanti e ottieni la già citata tecnologia (intelligente) iSmart su due USB- Porte A, oltre a due porte USB-C PD per mantenere i tuoi dispositivi Apple completamente carichi.

E sì, quest'anno Apple è stata molto strana con l'omissione di un caricabatterie nella confezione (con la speranza che ne acquisterai uno separato), ma questi caricabatterie GaN possono essere un'alternativa molto affidabile ai dispositivi nativi (si spera, Apple adotterà USB-C al posto della porta di ricarica proprietaria).
Ovviamente, quando si ha a che fare con hardware di terze parti non si può essere abbastanza vigili a meno che non si voglia rischiare di danneggiare il proprio costoso computer o smartphone, quindi mettiamo alla prova il caricabatterie da tavolo Pioneer RAVPower RP-PC136 PD Pioneer e vediamo se può davvero sostituire il caricatori originali Apple.

Ho già testato un paio di caricabatterie da muro GaN, come il Choetech Q6006 (61W) e l'RP-PC133 sempre di RAVPower, entrambi dispositivi molto compatti che potrebbero facilmente competere con caricabatterie più costosi, quindi ho grandi aspettative riguardo al RAVPower RP-PC136. Dopo averlo estratto dalla confezione, ho subito capito perché si chiama caricatore da tavolo: è essenzialmente un cilindro di plastica con quattro porte e un cavo abbastanza lungo che va verso una fonte di alimentazione. Quindi è un po' meno compatto dell'RP-PC133 poiché misura 3,0 x 1,6 x 1,6 pollici (7,5 x 4,0 x 4,0 cm), il che non è davvero sorprendente a causa delle due porte aggiuntive e potrebbe essere necessario riflettere più su dove lo posizionerai considerando che non ha la flessibilità di un caricatore da muro. Allo stesso tempo, c'è una probabilità molto più bassa che occupi una presa adiacente. Detto questo, il mattoncino di plastica è per lo più ricoperto da una finitura nera opaca, ad eccezione della sezione delle porte che ha una fascia semitrasparente che lascia trasparire una debole luce LED verde seguita da una fascia grigia più spessa che imita il metallo (ma è ancora di plastica).

A sinistra: RP-PC133. A destra: RP-PC136.

Sul lato posteriore c'è l'ingresso AC (a due pin), ma l'area di interesse sarà quella anteriore, dove ci sono due porte USB Type-A (iSmart) e due USB Type-C PD porti. L'uscita Power Delivery può essere 5V/3A, 9V/3A, 12V/3A, 15V/3A, 20V/3.25A e, ovviamente, il limite per ciascuna delle due porte è impostato a 65W (nel caso si colleghino due laptop , il carico sarà ripartito tra loro fino alla massima potenza). L'uscita iSmart può essere 5V/3A, 9V/2A, 12V/1.5A con il massimo impostato a 18W per ciascuna porta e, come puoi vedere, è identica al RAVPower RP-PC133 (beh, meno le porte aggiuntive). La tecnologia iSmart non è solo un nome di fantasia per le porte USB, in realtà ha il ruolo di assicurarsi che l'uscita sia adatta al dispositivo che hai collegato, assicurando che sia protetto da sovracorrente, cortocircuiti, -tensione e sovraccarico. Devo anche menzionare l'importanza della tecnologia GaN che è praticamente il futuro di tutti i caricabatterie e ha il ruolo di generare meno calore, consentendo al caricabatterie di essere molto più compatto di prima, offrendo al contempo di più in termini di prestazioni.

A proposito di prestazioni, mettiamo alla prova il caricabatterie da tavolo RAVPower PD Pioneer 65W. Per farlo, ho preso due dispositivi principali, che supportano entrambi la ricarica rapida: il buon olPixel 2 XL e un MacBook Pro da 13 pollici. Ho testato il Choetech Q6006 e l'RP-PC133 utilizzando questi due dispositivi e prenderò i risultati che ho ottenuto utilizzando i caricatori originali da questi articoli. Detto questo, la prima cosa che ho fatto è stata controllare ogni dispositivo individualmente e vedere se ci sono variazioni significative.

Pixel 2 XL

Quindi, dopo aver collegato lo smartphone a un multimetro che è stato poi inserito in una delle due porte USB-C, ho visto che andava tra 8,98 e 9,01 V (il target è 9,0 V) e la potenza che assorbiva variava tra 8,5 e 10W (puoi vedere le altre statistiche nelle foto come l'amperaggio). Finora, le prestazioni sono quasi perfette, quindi siamo passati al MacBook Pro che era di nuovo l'unico dispositivo collegato (usando un cavo Thunderbolt 3). In questo modo, il multimetro mostrava una tensione fissa di 19,94 V senza variazioni di tensione e la potenza erogata era di 27 W (con variazioni minime).

MacBook Pro da 13 pollici

Il caricabatterie Apple originale offriva circa 20,28 V e poteva assorbire 37 W, quindi è leggermente più potente del caricabatterie da tavolo RAVPower, ma dobbiamo comunque apprezzare l'accuratezza e la coerenza delle prestazioni del RAVPower RP-PC136. Successivamente, ho deciso di controllare le porte iSmart utilizzando un multimetro diverso (per USB-A) e, come puoi vedere, la tensione è rimasta stabile a circa 5,01 V, che è molto vicino all'ideale. Ho anche tenuto il MacBook in carica accanto ad esso e questo lo porta alla fase finale del test dove vediamo come si comporta il caricabatterie quando più dispositivi assorbono energia.

Pixel 2 XL + MacBook Pro

Per testare le porte USB-A, devo fare affidamento su un multimetro abbastanza grande, quindi consentiva di collegare solo una USB-C, quindi, con tre dispositivi collegati contemporaneamente, non ha mostrato alcun cambiamento significativo. Ma, dopo aver collegato uno smartwatch e un paio di auricolari TWS alle porte USB-A e il suddetto MacBook Pro + Pixel 2 XL alle porte USB-C, le cose sono cambiate poiché il MacBook non sarebbe più stato caricato a quasi 20V, ma solo circa la metà (circa 12V) e la potenza in uscita era limitata a 17W. Ma ancora una volta, le prestazioni erano stabili e rientravano nelle specifiche, quindi il RAVPower RP-PC136 può sicuramente sostituire i caricabatterie originali e, in alcuni casi, può persino surclassarli.

In alto: Pixel 2 XL. Giù: MacBook Pro da 13 pollici.

Caricabatterie da tavolo RAVPower RP-PC136 PD Pioneer da 65 W

8.6

DISEGNO

8.0/10 >

FACILITÀ D'USO

9.0/10 >

CARATTERISTICHE

9.5/10 >

CONVENIENZA

8.0/10 >

Professionisti

  • Utilizza la tecnologia GaN
  • Due porte PD USB-C
  • Due porte iSmart USB-A
  • Un budget totale di 65W
  • Prestazioni stabili

contro

  • Come piccola lamentela, avrebbe potuto avere un cavo USB incluso
Ir arriba