Gamesir GK300 Wireless Mechanical Gaming Keyboard Review

La GameSir GK300 è una tastiera da gioco meccanica wireless che promette di offrire un'esperienza di digitazione confortevole e una bassa latenza, paragonabile alle sue controparti cablate (a partire da 1 ms), ma siamo davvero al punto in cui possiamo rinunciare al nostro affidabile cavo tastiera meccanica a favore di una soluzione completamente wireless? La verità è che è difficile convincere i giocatori che wireless e gaming possono essere usati nella stessa frase ed è comprensibile considerando che solo di recente il mouse da gioco wireless è stato accettato come un'alternativa affidabile ai mouse cablati, mentre le tastiere meccaniche migrano verso il wireless è stato ritenuto non necessario a causa di diversi fattori.

GiocoSir GK300
Amazon.com Controlla Offerta
GameSir.hk Controlla il prodotto

In primo luogo, la tastiera meccanica è stata costosa per un lungo periodo di tempo (non è ancora così economica) e si rivolgeva solo all'utente appassionato a cui non piacciono i compromessi e in secondo luogo, la tastiera è principalmente una periferica fissa e, se collegata a un PC desktop , non deve essere davvero wireless (a meno che non debba essere portatile).

Detto questo, una tastiera wireless a bassa latenza dovrebbe essere in grado di mantenere un livello di gioco di alta qualità, mantenendo anche la scrivania più pulita (soprattutto se ti piace che non sembri un cavo) e dandoti una certa libertà di movimento, quindi penso che sarà interessante vedere se il GameSir GK300 riesce a creare un caso convincente per tagliare il cavo alla tastiera meccanica.

Disegno
Quando ho testato il mouse da gioco GameSir GM300, mi è piaciuto molto il fatto che fosse molto sicuro della sua identità e di quale fosse il suo pubblico di destinazione, pur non esagerando in termini di design (come spesso accade con i dispositivi di gioco). Il GameSir GK300 è pubblicizzato come una periferica di gioco, ma non ha nessuno degli elementi di design attesi, invece, la tastiera è completamente conservativa, adottando un aspetto molto pulito e minimalista. La tastiera stessa è rettangolare con angoli arrotondati e ha i tasti bianchi e una base grigia in alluminio per una maggiore robustezza (la parte superiore è metallica, mentre la parte inferiore è in plastica) puoi anche optare per la versione nera, che è molto più facile da mantenere. La tastiera ha i tasti posizionati sulla parte superiore del case in alluminio, che, a differenza delle tastiere a vassoio, offrono un modo più semplice per mantenere pulito il dispositivo (come bonus, all'interno della confezione, il produttore ha aggiunto uno strumento per la rimozione dei copritasti).

La disposizione della tastiera è composta da 104 tasti meccanici realizzati interamente in ABS (plastica); i cappucci sono trasparenti, ma dipinti di bianco, lasciando chiara la forma del simbolo per far trasparire il LED (la vernice si consumerà negli anni dopo un uso prolungato, quindi il PBT potrebbe essere stato il materiale preferito). Inoltre, il GK300 utilizza i copritasti standard DCS che sono un po' più sottili e più alti del profilo Cherry.

Dopo aver rimosso un keycap, noterai che la tastiera si basa sugli interruttori proprietari TTC Red che sembrano essere un clone degli iconici interruttori Cherry MX Red, pubblicizzati come aventi la stessa forza di azionamento (45g 15gf) e la stessa distanza dal punto di attuazione (2,0 0,6 mm dal punto di partenza e 4,0 0,4 mm della corsa totale). Durante la digitazione sulla tastiera, c'era un po' più di resistenza rispetto all'originale Cherry MX Red e so che la comunità di gioco non ama le imitazioni, ma, per la maggior parte, il GK300 ha funzionato davvero bene e gli interruttori sono quasi indistinguibili da le loro controparti più costose e molto più economiche (gli interruttori rivendicano una durata fino a 50 milioni di battute).

In termini di rumore, la tastiera è meno rumorosa di una delle mie vecchie tastiere a membrana, ma comunque rumorosa, specialmente se sei un tipo dattilografo pesante (anche se quel suono scattante è decisamente soddisfacente). Sotto i tasti, GameSir ha posizionato dei piccoli led che possono accendersi a seconda dello schema selezionato (premere FN + freccia sinistra o destra per cambiare schema): può essere tutti i led abilitati, tutti i led lampeggianti, uno o alcuni led abilitati oppure un modello ondulato che reagisce in modo diverso a seconda del tasto premuto. Puoi anche scegliere tra cinque livelli di luminosità premendo FN + freccia su o giù. Una cosa che noterai è che non puoi cambiare il colore dei LED, essendo il bianco (6500K) l'unica opzione disponibile (senza RGB).

Il GK300 misura 17,2 x 5,0 x 1,6 pollici, quindi non è né la più grande, né la più piccola tastiera disponibile (sono grato che non sia andato con un design tenkeyless che avrebbe reso la tastiera più piccola, ma avrebbe cambiato il layout e sovraffollato il chiavi). Inoltre, il GK300 si trova ad un angolo di 7,5 gradi (non ci sono piedini regolabili sul fondo) e ha anche un poggiapolsi staccabile che misura 17,3 x 3,0 pollici, quindi spingerà un po' la tastiera dal bordo (è fatto di una plastica leggera che non può essere pulita facilmente). Pur avendo un poggiapolsi rimovibile consente al GK300 di essere più portatile, la tastiera è un po' pesante, pesa 3,09 libbre ma, come positivo, il peso aumentato insieme ai sei piedi sul fondo riescono a mantenere il tastiera stabile.

In alto a destra, accanto al pulsante Num Lock, c'è un piccolo interruttore con un LED che permette di spegnere la tastiera (spingerla al centro), impostarla in modalità wireless (in basso) o in modalità Bluetooth (verso l'alto). Come puoi vedere non c'è la modalità cablata, la tastiera è puramente wireless e il LED ti avviserà quando devi ricaricare la batteria (lampeggerà in rosso altrimenti, se è superiore al 15%, il LED lampeggerà in verde) . Per ricaricare la batteria delle tastiere è necessario utilizzare il cavo fornito nella confezione (è lungo 3,28 piedi) e collegarlo alla porta micro-USB dal lato sinistro (avrebbe preferito un tipo-C). Per collegare il GK300 al computer, è necessario utilizzare il piccolo ricevitore bianco che si trova su un apposito slot in basso: il dongle utilizza la frequenza WiFi 2.4GHz.

Mi piace il fatto che il ricevitore si distingua in termini di design, quindi non può essere confuso con altri dongle, ma non sono un fan del fatto che il GameSir GK300 richiede due porte USB (una per la connessione e l'altra per caricare il batteria). Quindi, come puoi vedere, il GameSir GK300 non ha elementi che urlino il gaming, invece, si trattava di un dispositivo a basso profilo adatto sia all'uso domestico che in ufficio. Sento che la comunità di gioco è maturata un po' e che i dispositivi di gioco simili a giocattoli siano più spesso disapprovati (anche i laptop da gioco stanno iniziando a sembrare meno giocattoli RGB e hanno invece adottato un design adatto all'ufficio), ma io sospetto che questo non sia l'unico motivo per cui la tastiera gaming wireless stia adottando un aspetto più conservativo, invece penso che sia forzata in questa direzione a causa delle limitazioni della batteria.

Questo potrebbe essere uno dei motivi principali per cui non ci sono schermi LCD integrati aggiuntivi, porte audio o altri elementi di design appariscenti (anche se dubito che RGB avrebbe fatto una così grande differenza in termini di consumo energetico e l'aggiunta di i tasti programmabili avrebbero illuminato la giornata di alcuni utenti).

Caratteristiche e funzionalità
Oltre ad essere una tastiera meccanica, il punto forte del GameSir GK300 è il fatto che è wireless e adatto ai giochi. Ci è voluto molto per convincere i giocatori a passare dal mouse cablato al mouse da gioco wireless principalmente perché i test hanno mostrato oggettivamente che ora non c'è differenza tra la latenza di un mouse da gioco cablato e un mouse da gioco wireless. Sfortunatamente, lo stesso non si può dire delle tastiere da gioco wireless che sono un po' più complicate da testare (per misurare correttamente la latenza di una tastiera, avrei bisogno di una fotocamera ad alta velocità che, beh, attualmente non possiedo).

La tradizionale tastiera meccanica rimane una delle preferite dai giocatori a causa della sua bassa latenza, principalmente a causa del modo in cui l'utente interagisce con i tasti: minore è la distanza di spostamento dei tasti, minore è la latenza. La tastiera meccanica wireless può compiere la stessa impresa, ma presenta una nuova complicazione: la comunicazione wireless stessa, che è vulnerabile alle interferenze.
Esistono varie tecnologie per garantire che la connessione wireless abbia la stessa bassa latenza del cavo e GameSir lo chiama Agility X 2,4 GHz. Ho riscontrato questa tecnologia sul mouse da gioco wireless GM300 e ha fatto un ottimo lavoro nel mantenere bassa la latenza e sul GK300 dovrebbe avere lo stesso ruolo, con la frequenza di polling di 1000 Hz (1 ms), anche se è comunque necessario tenere conto del ritardo della pressione dei tasti.

Il GameSir GK300 pubblicizza anche il rollover a 10 tasti con anti-ghosting, il che significa sostanzialmente che puoi premere fino a 10 tasti contemporaneamente e tutti verranno registrati contemporaneamente dal computer (non ho dovuto premere così tanti tasti contemporaneamente tempo durante il gioco, ma a volte avevo bisogno di premere 4-5 tasti contemporaneamente e il GK300 funzionava bene).
Se capovolgi la tastiera, noterai che c'è una sporgenza tubolare ed è lì che si trova la batteria al litio ricaricabile da 3600 mAh. La batteria è in grado di fornire fino a 300 ore di utilizzo se non si accendono le luci a LED e un massimo di 30 ore di utilizzo continuo con la retroilluminazione accesa.

In realtà, a meno che non giochi per 30 ore consecutive (non giudico), otterrai molto più di 30 ore anche con i LED accesi perché GameSir ha messo in atto alcune funzioni di risparmio della batteria: la retroilluminazione si spegnerà automaticamente se non digiti nulla per 30 secondi e la tastiera entrerà in modalità di sospensione se non premi alcun pulsante per un minuto. La ricarica della batteria dallo 0 al 100% non dovrebbe richiedere più di tre ore.

Il WiFi a 2,4 GHz non è l'unico modo per collegare la tastiera ai tuoi dispositivi, puoi anche utilizzare il Bluetooth (4.1). Per collegare il GK300 ad altri dispositivi Bluetooth, basta spostare l'interruttore verso il basso e la tastiera dovrebbe diventare visibile e pronta per essere accoppiata. Se non diventa immediatamente visibile, è necessario ripristinare la connessione premendo contemporaneamente i pulsanti FN e PB (la Pausa/Pausa è il pulsante Reset). La frequenza di polling in Bluetooth è di 125 Hz (8 ms), quindi c'è una notevole quantità di latenza rispetto alla connessione WiFi.

A differenza del mouse gaming GM300, la tastiera GK300 manca di un software dedicato dove poter regolare varie funzioni e, per poter aggiornare il firmware, dovrai scaricare il pacchetto firmware GameSir GK300 dal sito ufficiale. Assicurandoti che la chiavetta USB sia collegata al tuo computer, estrai la cartella e fai doppio clic sullo strumento di aggiornamento GK300. Si aprirà una nuova finestra, in cui dovrai selezionare la lingua adatta (io ho scelto l'inglese) e attendere il caricamento di tutti gli aggiornamenti firmware disponibili verso il fondo della pagina: in seguito, ti basterà installare il firmware più recente.

Conclusione
L'era del mouse da gioco wireless è in piena fioritura, quindi è l'inizio dell'era della tastiera da gioco wireless? GameSir sembra pensarla così e la GK300 è un buon esempio di come dovrebbe essere una tastiera meccanica da gioco wireless (più conservativa, quindi adatta per uso domestico, di gioco e d'ufficio) e come dovrebbe comportarsi (dovrebbe offrire una bassa latenza, paragonabile alle prestazioni delle tastiere cablate). Certo, ci sono alcune carenze, come la necessità di due porte USB o la mancanza di tasti programmabili ma, considerando la limitazione dell'utilizzo di una connessione puramente wireless e il prezzo accettabile, il GameSir GK300 riesce a fare una buona impressione a chiunque sia pronto a provare il gioco con una tastiera meccanica wireless.

Scopri il prodotto qui:

GiocoSir GK300

8.2

DISEGNO

8.3/10 >

FACILITÀ D'USO

9.0/10 >

CARATTERISTICHE

7.0/10 >

CONVENIENZA

9.0/10 >

DURATA DELLA BATTERIA

7.5/10 >

Professionisti

  • Tastiera meccanica
  • Connessione Wireless + Bluetooth
  • Utilizza la tecnologia Agility X per una bassa latenza
  • Poggiapolsi staccabile
  • La tastiera è portatile

contro

  • Nessun RGB
  • Nessun pulsante programmabile
  • Richiede due porte USB
Ir arriba