Fritz! Box 7590 Modem Router Review

Il FRITZ!Box 7590 è uno degli ultimi modem router rilasciati dall'azienda tedesca di networking (AVM) e, sebbene il suo aspetto minimalista non lo tradisca, questo dispositivo è più di quanto sembri: può funzionare come DECT stazione per un massimo di sei posti interni, è compatibile con linee ADSL/VDSL/fibra ottica, si può collegare ad un sistema telefonico ISDN e può essere parte di un sistema WiFi mesh. Quindi, c'è il tradizionale modem router DSL wireless che collega semplicemente i client cablati e wireless a Internet e poi c'è il FRITZ!box che include quante più funzionalità possibili sotto lo stesso cofano.

FRITZ!Box 7590 Modem Router
Amazon.co.uk Controlla Offerta
Avm.de Controlla Offerta

Ovviamente, l'utente normale non avrà bisogno della metà di queste funzionalità, ma, mentre il 7590 afferma di essere un fantastico modem router anche all'interno di un ambiente domestico (beh, provalo tra un minuto), il target di riferimento è principalmente le piccole e medie imprese che richiedono tutto ciò che il FRITZ!Box ha da offrire (e, davvero, questo tipo di dispositivo può essere una manna dal cielo in un ufficio affollato). Detto questo, alcuni anni fa ho effettivamente dato un'occhiata al suo predecessore, il FRITZ!box 7490 ed era un prodotto decente, quindi diamo un'occhiata più da vicino a cosa può offrire il nuovo FRITZ!box 7590 e dove lo fa stare in questo mercato competitivo.

Disegno
I router FRITZ!Box non sono noti per il loro design accattivante e il case rosso e grigio del 7490 è la prova che AVM non si è davvero concentrata sul rendere i suoi dispositivi adatti al soggiorno. Il FRITZ!Box 7590 mira a cambiare questa percezione rinunciando al look da navicella spaziale in pelle per un case rettangolare più semplice che è leggermente curvato verso la parte anteriore e, a differenza del solito router nero o grigio, il 7590 è molto più allegra, la superficie superiore è ricoperta principalmente da una finitura bianca lucida, mentre la griglia di ventilazione è rossa (il resto del case è grigio). Il dispositivo è decisamente più elegante del suo predecessore, ma ha mantenuto ostinatamente quell'aspetto retrò in modo simile alla serie WRT e apprezzo la sua unicità rispetto agli altri router tradizionali, ma, proprio come il WRT3200ACM, alcune persone amerà il design, mentre altri lo odieranno.

Dopo aver aperto la confezione, noterai subito che il FRITZ!box 7590 non ha antenne esterne e, invece, ha scelto di utilizzare otto antenne interne. Certo, dal punto di vista del design, questa è una buona notizia in quanto, similmente ai sistemi WiFi dedicati (Google WiFi, Netgear Orbi, eccetera), perde l'aspetto industriale, ma, dal punto di vista prestazionale, le antenne esterne sono solitamente più potente e può essere sostituito o aggiornato.

La dimensione del modem router è significativa e non sorprende dal momento che racchiude così tante funzionalità, ma, a 9,84 x 1,88 x 7,24 pollici (grande quasi quanto il Netgear R7000P), richiede sicuramente una pianificazione prima di posizionarlo nella stanza o ufficio (soprattutto perché non può essere tenuto in verticale). Per fortuna, sul lato inferiore del FRITZ!Box 7590 sono presenti un paio di fori che possono essere utilizzati per montare il dispositivo alla parete. Anche qui puoi trovare l'etichetta informativa (contiene l'SSID predefinito, la passkey, il numero di serie e altro), oltre a quattro piedini in silicone. Il modem router ha un peso ragionevole (0,88 libbre), quindi, insieme ai piedini in silicone, non si muoverà indipendentemente dalla quantità di cavi collegati.

Oltre alla griglia superiore, il produttore ha anche coperto l'intera superficie inferiore con aperture di ventilazione, quindi, questo dovrebbe garantire che il modem router mantenga una temperatura interna ottimale e, mentre lo stavo testando, il FRITZ!Box 7590 ha ottenuto un po' caldo verso l'alto e verso il basso. Come ho detto nell'introduzione, il FRITZ!Box 7590 può funzionare anche come nodo mesh all'interno di una rete mesh, ma, pur rispettando il design minimalista (privo di antenne esterne), ha mantenuto la tradizionale serie di LED che mostrano lo stato del dispositivo: da sinistra è presente il LED Power/DSL (verde lampeggiante indica che il modem router è acceso e la connessione alla DSL è in corso o è stata interrotta), LED WLAN (se acceso, quindi la WLAN è abilitata sotto il LED, c'è un pulsante per accendere o spegnere il WiFi), un LED Fon / DECT (se lampeggia, allora ci sono messaggi nella tua casella vocale dipendenti dal tuo provider di telefonia) insieme a un pulsante dedicato che, se premuto, ricerca automaticamente i cordless (chiamata cercapersone).

Inoltre, è presente un LED Connect / WPS (se lampeggia lentamente significa che il processo WPS è stato attivato e, se lampeggia velocemente, il processo WPS è stato interrotto) insieme ad un piccolo pulsante che attiva il processo di associazione WPS e, infine , è presente un LED Info: questo LED è personalizzabile, ma, per impostazione predefinita, lampeggia in verde quando è in corso l'aggiornamento del firmware o quando è stato raggiunto il budget, lampeggia in rosso quando il dispositivo ha riscontrato un errore e si illumina in verde quando il processo Stick and Surf è terminato.

Sul retro del FRITZ!Box 7590, il produttore ha aggiunto una porta DSL (compatibile con ADSL2, VDSL e con una rete telefonica analogica/ISDN), due porte RJ11 FON1 e FON2 (adatte per il collegamento di fax, segreterie telefoniche o analogiche telefoni), una porta RJ45 FONSo (adatta per il collegamento di ricevitori ISDN o sistemi telefonici PBX), una porta Gigabit WAN (può essere utilizzata per la connessione a un modem o un altro router, ma può anche funzionare come una semplice porta LAN nel caso si utilizzi la porta DSL per l'accesso a Internet), quattro porte Gigabit Ethernet, una presa Power e una porta USB 3.0. Sul lato sinistro del dispositivo è presente un'altra porta USB 3.0, mentre sul lato destro è presente un'altra presa analogica FON1.

Hardware
All'interno della custodia, il FRITZ!Box 7590 è dotato di un SoC Intel Lantiq AnyWAN GRX550 PXB4583 SLLZR dual-core con clock a 1GHz, 512 MB di memoria flash (Macronix MXIC MX30LF4GE8AB-TI), 512 MB di RAM (NANYA NT5CC256M16EP-DI) , un'interfaccia per telecomunicazioni a circuiti integrati LITELINK CPC5622A, un SoC DECT DIALOG SC14446 A76R101LVP, un FPGA XILINK SPARTAN-6 XC6SLX4 TQ144BIV1741 (Field-Programmable Gate Array IC), un WE-NIDCOM 40799 SOP-IC, cinque trasformatori Wurth Electronics 7490200141 1745 e utilizza anche il Lantiq (Intel) PXB4583 come chip di commutazione.

Inoltre, il modem router utilizza il Qualcomm Snapdragon QCA9985 44:4, chip wireless bgn per la banda 2.4GHz e il Qualcomm Snapdragon QCA9984 44:4, un chip wireless+ac per la banda 5GHz. Ho notato anche alcune antenne incorporate: AIRGAIN N242ODGC2L, N2415DAMR e N2415DAML.
Il FRITZ!Box 7590 è un modem router di classe AC2600, quindi presenta una velocità di trasferimento dati teorica massima di 1.733 Mbps su 5GHz e una velocità di trasferimento dati teorica massima di 800 Mbps sulla banda radio 2,4GHz.
Nota: la porta DSL può gestire connessioni VDSL a 300Mbps utilizzando la tecnologia di supervettore 35b (supponendo che l'ISP nella tua zona la supporti).

Caratteristiche e prestazioni
Quando ho testato il FRITZ!Box 7490 , ho notato che si concentrava maggiormente sull'aspetto industriale (stazione DECT, telefoni cordless) e, sebbene le prestazioni wireless fossero decenti, il modem router non ha davvero investito nell'adozione di alcuni dei più interessanti WAVE 2 caratteristiche. La situazione è cambiata con il FRITZ!Box 7590 che, oltre a tutte le straordinarie funzionalità del suo predecessore (come DECT Eco, telefonia HD e altro), supporta anche la tecnologia MU-MIMO, il che significa che più client possono essere serviti a allo stesso tempo, invece di lasciarli competere per la larghezza di banda (il problema è che hai bisogno di client compatibili, ma, per fortuna, il MU-MIMO sta diventando più diffuso anche se nelle sue forme minori: 11 e 22). C'è anche la funzione BeamForming che focalizza il segnale verso i client connessi, massimizzando così il throughput e aumentando la stabilità della rete, ma, probabilmente l'aggiunta più interessante è la tecnologia mesh.

Sì, il FRITZ!Box 7590 può funzionare come hub mesh all'interno di una rete mesh insieme al FRITZ!WLAN Repeater 1750E e al FRITZ!Powerline. Ovviamente si tratta di un'implementazione proprietaria, quindi funzionerà solo all'interno dell'ambiente FRITZ!Box, ma ha le stesse funzionalità che si possono vedere su Ubiquiti AmpliFi HD o Netgear Orbi: la rete mesh crea percorsi ottimizzati per i dati tramite rilevando quali nodi sono i più adatti per l'attività (a seconda della potenza del segnale, del numero di client collegati e altro), si riparerà automaticamente nel caso in cui un nodo vada offline (i dati vengono reindirizzati al successivo nodo mesh disponibile) e, nel caso in cui venga aggiunto un nuovo nodo, la rete creerà automaticamente nuovi percorsi per i dati. I dispositivi collegati sono inoltre orientati dinamicamente verso la banda più idonea (in modo da evitare il sovraffollamento di una singola banda).

Al momento, ho il FRITZ!Box 7590 , quindi testerò solo le sue prestazioni cablate e wireless (testerò le prestazioni della mesh e la gestione del traffico di backhaul quando sarò in grado di mettere le mani sul kit completo). Per iniziare il test, ho preso due computer, uno è un PC desktop dotato di un ASUS PCE-AC88 che fungerà da client, mentre l'altro è un laptop di fascia alta che fungerà da server. Nella prima fase, ho collegato entrambi i computer alle porte LAN del FRITZ!Box 7590 e, dal client al server, ho misurato una media di 816 Mbps a 5 piedi e, a 15 piedi, la velocità media di 722 Mbps ; a 30 piedi, ho misurato una media di 361 Mbps. Dal server al client, a 5 piedi, ho misurato una media di 456 Mbps, mentre a 15 piedi ho ottenuto circa 422 Mbps; a 30 piedi, la velocità è scesa a 280 Mbps. Questo tipo di prestazioni è possibile solo utilizzando il PCE-AC88 e poiché ho notato che la connessione non era sempre stabile (il throughput a valle a volte fluttuava fino a quando non mi ricollegavo alla rete), ho deciso di testare anche le prestazioni wireless utilizzando un Intel 22 MU -Scheda WiFi MIMO.

In questo modo, ho misurato una media di 512 Mbps dal client al server a 5 piedi, mentre a 15 piedi, la velocità è leggermente scesa a 429 Mbps; a 30 piedi, ho ottenuto 192,6 Mbps. Successivamente, dal server al client, ho misurato una media di 363 Mbps e, a 15 piedi, ho misurato circa 265 Mbps; a 30 piedi, la velocità è scesa a 181 Mbps. Sembra che ogni problema sia stato risolto quando il client è stato collegato al laptop (con la scheda Intel WiFi) e tutto era fluido e stabile, quindi penso che il modem router non giochi bene con alcune schede WiFi ASUS (potrei riprodurre anche il problemi con il PCE-AC68), ma si spera che questa leggera incompatibilità venga risolta con gli aggiornamenti del firmware più recenti.

Nel passaggio successivo, ho mantenuto la configurazione Intel 22 e ho collegato i due computer alla rete a 2,4 GHz. In questo modo, dal client al server, a circa 5 piedi, ho misurato una media di 198 Mbps, mentre a 15 piedi la velocità è salita a 202 Mbps; a 30 piedi, ho ottenuto 129 Mbps. Dal server al client, ho misurato una media di 179 Mbps a 5 piedi e, a 15 piedi, la velocità è scesa solo leggermente a 175 Mbps; a 30 piedi, ho misurato circa 128 Mbps. Successivamente ho collegato entrambi i PC alle porte LAN del FRITZ!Box 7590 e ho testato la connessione LAN to LAN: dal client al server ho misurato una media di 886 Mbps (TCP) e 887 Mbps (UDP), mentre da dal server al client, ho ottenuto 900 Mbps (TCP) e 467 Mbps (UDP).

Nell'ultimo passaggio, ho deciso di testare le prestazioni di archiviazione collegando un'unità SSD Samsung T5 (256 GB) e, spostando una cartella multimediale da 2,5 GB, ho ottenuto i seguenti risultati: 24,8 MBps durante la lettura della cartella e 58,2 MBps durante la scrittura cartella (le impostazioni USB erano impostate su Power Mode USB 3.0).

Software e installazione
Quasi tutti i moderni router wireless consentono all'utente di configurare e monitorare la propria rete tramite un'app e solo alcuni hanno mantenuto l'interfaccia basata sul Web. Il FRITZ!Box 7590 non ne ha solo una, ha a disposizione diverse app, ognuna con il proprio scopo, ma, prima di accedervi, è necessario configurare la rete utilizzando l'interfaccia utente basata sul web (non sarà possibile farlo in utilizzando esclusivamente l'app). Per fare ciò, è necessario collegare il modem router a un computer, aprire un browser Web e andare su https://fritz.box/.

Pagine: 1 2

FRITZ!Box 7590

8.6

SEGNALE WIFI

9.5/10 >

FACILITÀ D'USO

8.7/10 >

CONFIGURABILITÀ

9.0/10 >

DISEGNO

8.0/10 >

CONVENIENZA

8.0/10 >

Professionisti

  • Eccellenti prestazioni wireless
  • Bel design retrò
  • FRITZ!OS è veloce e ricco di funzionalità
  • Ha un'app per l'accesso remoto
  • Supporto per stazioni ADSL/VDSL/WAN + DECT

contro

  • Singhiozzo occasionale durante l'utilizzo di un PCE-AC88
  • Prestazioni di archiviazione insignificanti
Ir arriba