Cos’è l’equità del tempo di trasmissione e come influisce sulla tua rete wifi?

I produttori di dispositivi di rete (per lo più basati sui consumatori) hanno promosso Airtime Fairness come uno dei modi più affidabili per assicurarsi che i dispositivi client più recenti e più potenti funzionino bene con i dispositivi più vecchi (legacy). Ma è effettivamente vero e dovresti assicurarti che sia abilitato sul tuo router (o punto di accesso)?

Il consenso generale è che non è una funzionalità affidabile e la maggior parte degli esperti di tecnologia ti dirà di assicurarti in particolare che rimanga disabilitata. E ci sono alcune buone ragioni per questo, quindi esploriamo prima il vero motivo per cui l'equità del tempo di trasmissione è stata sviluppata in primo luogo.

Sommario

Qual è il punto della correttezza del tempo di trasmissione?

Airtime Fairness è diventato disponibile su router e access point wireless più di dieci anni fa come mezzo per impedire ai dispositivi più vecchi di rallentare la rete. Come avviene effettivamente? È semplice. Immagina di essere su strada e, nella situazione ideale, tutte le auto andrebbero a una velocità simile, senza creare inutili ingorghi.

Ma cosa succede quando un'auto lenta entra in strada? Il flusso si interrompe e anche se ci sono auto più veloci in giro, tutti dovranno aspettare che l'auto lenta esca dalla strada. Non sono sicuro di quanto sia buona questa analogia, ma hai capito. Tutti i dispositivi devono aspettare il proprio turno e i client legacy sono lenti. E Airtime Fairness darà a ogni dispositivo un tempo di attività specifico, quindi i vecchi dispositivi client legacy non rallenteranno l'intera rete.

In questo modo, nessuno (o pochi) client occuperà la larghezza di banda e, nel caso in cui un dispositivo client lento richieda più tempo per completare il proprio compito, gli altri dispositivi non devono attendere. Tutto suona alla grande, quindi qual è il problema? Prima di tutto, mentre Airtime Fairness sembra uno standard, in realtà non lo è e ogni produttore lo sta implementando nel modo che ritiene opportuno.

Quindi, non solo differirà tra le marche di access point e router, ma molto probabilmente sarà implementato in modo diverso anche tra i dispositivi entry-level e di punta della stessa marca. Il problema più grande però è la piattaforma stessa.

Qualcomm vs MediaTek: implementazione di Airtime Fairness

Come afferma Qualcomm , il modo in cui forniscono Airtime Fairness quando sono presenti più tipi di dispositivi client (che supportano standard Wi-Fi vecchi e nuovi) consiste nel misurare il throughput per dispositivo. Ciò significa che dovrebbe esserci un'equa allocazione della capacità e un migliore throughput.

Quindi, perché c'è un interruttore per disattivare questa funzione? Ebbene, l'equità di Airtime sembra consentire anche solo un certo numero di client sulla rete e, anche se ci sono solo pochi dispositivi client collegati, la loro velocità è limitata come se l'AP o il router fossero sovraffollati.

Ubiquiti-U6-LR

Dato che ho recentemente testato l'Ubiquiti U6-LR, ho notato che non c'era alcuna opzione per disattivare Airtime Fairness. E, poiché questo AP è costruito sulla piattaforma Mediatek, significa che Airtime Fairness è mancante o è implementato in modo tale da non giustificare la necessità di disattivarlo? Dato che si parlava di AP Ubiquiti (ad esempio), sappi che il nanoHD aveva disabilitato Airtime Fairness con l'opzione per abilitarlo in grigio.

La cosa più interessante è che il WiFi 6 AP, U6-LR non ha affatto questa opzione. Come mai? Sfortunatamente, non sono riuscito a trovare una risposta chiara, ma sembra che Airtime Fairness funzioni semplicemente come previsto, quindi non è necessario che l'utente lo disabiliti. Allo stesso tempo, alcune prove potrebbero suggerire che la funzionalità potrebbe essere stata completamente rimossa rispetto a quanto visto su altri AP Ubiquiti, come il nanoHD.

In ogni caso, alcune persone hanno espresso preoccupazione per il fatto che alcuni dei loro dispositivi IoT non si sarebbero collegati correttamente alla rete a causa del fatto che Airtime Fairness è sempre attivo. Continuerò a indagare su questa situazione e aggiornerò l'articolo non appena ne saprò di più.

Equità del tempo di trasmissione e sterzo della banda

Dal momento che sono i vecchi dispositivi che creano problemi per quelli più recenti, perché non metterli semplicemente in gruppi separati, in modo che i client più veloci non siano disturbati da quelli più lenti. E questo è uno dei motivi per cui sono disponibili router dual-band e persino triple-band.

Sistema WiFi Tri-Band Netgear Orbi

La rete a 2,4 GHz è attualmente per lo più dedicata ai dispositivi client vecchi e legacy, mentre la rete a 5 GHz è adatta per i client più veloci (PC, smartphone, laptop, smart TV e così via). La funzione Band Steering ha il ruolo di decongestionare una banda specifica, quindi nel caso in cui un dispositivo WiFi 6 trovi la sua strada verso la rete a 2,4 GHz, verrà spostato su quella a 5 GHz con le prestazioni migliori. Sfortunatamente, questa è un'altra funzionalità lasciata alla mercé dell'implementazione del produttore e molti esperti di tecnologia suggeriscono di disattivarla (insieme a Airtime Fairness).

Dovresti disattivare Airtime Fairness?

Non nego l'utilità di questa funzione se hai molti vecchi dispositivi e solo uno o un paio di client dai nuovi standard WiFi, ma quante persone si trovano in questa situazione al giorno d'oggi? Ad esempio, collego tutti i miei dispositivi IoT e quelli che sono bloccati sullo standard 802.11n alla rete a 2,4 GHz.

Tutto il resto viene spostato a 5GHz e non ho bisogno di abilitare alcuna funzione aggiuntiva. So che molte persone fanno lo stesso, quindi nella maggior parte dei casi, Airtime Fairness dovrebbe essere mantenuto disabilitato, poiché non ha uno scopo reale.

Asus router Airtime Fairness.

La soluzione: non usi vecchi dispositivi?

Sono stato leggermente divertito dal fatto che molte persone dicano che la soluzione per l'hogging della band è semplicemente di non avere vecchi dispositivi con cui cominciare. Ed è una soluzione un po' sorda, ma ha dei pregi. Sì, nel 2022, non dovresti avere nessun dispositivo bloccato sullo standard WiFi prima di 802.11n, ma può succedere, specialmente con persone con budget limitato o con quelli che hanno dispositivi che sono ancora abbastanza buoni, quindi perché dovrebbero aggiornarli?

Non permetterò il consumismo, ma i dispositivi elettronici sono un po' sensati sotto certi aspetti. E il più importante è la sicurezza. Sono sicuro di dire che nessun dispositivo legacy può eguagliare le moderne funzionalità di sicurezza dei dispositivi (basti pensare a WPA3). Quindi, anche se non per i problemi di Airtime Fairness, dovresti comunque considerare l'aggiornamento dei dispositivi che utilizzano standard WiFi inferiori a 802.11n.

Ir arriba